tagliabrodo milano

Tagliabrodo
Zupperia ed Alta Cucina
via Solari, 30
20144 Milano (Mi)

 

Nel panorama enogastronimico del capoluogo meneghino, la parola Gourmet affiancata alle più svariate tipologie di cibi è ormai diventata ridondante, i primi furono l’hamburger e i panini Gourmet, seguiti a ruota dalla pizza, passando per le tapas i dim sum e giungendo ora anche alle Zuppe Gourmet.

Lo special place di cui vi parlo oggi è Tagliabrodo, che per l’appunto crea deliziose Zuppe (e non solo) “gourmet”, in un piccolissimo spazio dal design minimale con cucina a vista.

Una bella scoperta davvero questo incantevole e semplice posticino aperto dall’amore di Giampiero Bernazzani (progettista d’interni) e Anna Brambilla (chef e foodblogger).

Un luogo dove a farla da padrone è l’attenta ricerca e selezione degli ingredienti, tutti sempre freschissimi e di stagione, provenienti da importanti aree della gastronomia italiana e non solo, tutti elencati in un apposito menù lasciato sempre a disposizione sul tavolo, un  invito, quindi, a recarsi nei luoghi dai quali provengono questi deliziosi ingredienti.

Le zuppe di Tagliabrodo sono al contempo sia semplici e pulite che azzardate e creative.

Io personalmente ho assagiato la burratina con crostino di pane con impasto alle acciughe, davvero superlativo per chi è amante di questa pietanza.

A seguire, un classico: zuppa di cipolle con quenelle di robiolina, gustosissima, consolatoria e, nonostante la nomea, anche facile da digerire!

La mia compagna di avventure culinarie ha invece provato, per iniziare, il vasetto con crema di asparagi, briciole di tuorlo, sale aromatizzato e pane alla ‘nduja homemade e come zuppa, la primavera e il brodo, un minestrone scomposto con deliziose verdure appena scottate, lasciate ad insaporire nell’olio, e brodo vegetale servito caldo da bere a parte o da versarvi a raffreddamento avvenuto.

In carta, anche, un antipasto non in vasetto e un paio di secondi; il menù viene cambiato spesso e a seconda della reperibilità delle materie prime.

Cosigliato per una cenetta informale e gustosa, ma non abbiate fretta, ogni piatto richiede una certa attenzione e cura nei dettagli e dal vostro tavolino potrete sbirciare la cucina in azione… e cosa c’è di più bello?!

Salva